"Paese che vai, zuppa che trovi"

Publié le par Bric-à-brac


Pensavo a Francesca, che cerca "appassionati di cibo all'estero come osservatori delle tradizioni e abitudini culinarie dei posti dove vivono". A tal proposito mi è venuta in mente una pietanza locale - i bruchi. E' considerata una "delicatesse" e di alto valore proteico (tanto quanto il pesce). Possono essere fritti, grigliati (mangiati come sandwich, come nella foto) oppure immersi in una zuppa dopo essere stati fatti seccare. Il bruco preferito qui è il nero e peloso "chitoumou" che vive dove ci sono gli alberi di karité.  Nella stagione delle pioggie (adesso) si trovano in grande quantitá.
Ed ecco una ricetta (Bruchi sautés)
qui
chitoumou.jpg

Publié dans in cucina

Commenter cet article

Francesca 14/09/2007 14:13

cara Vera, grazie! Ma tu li hai assaggiati? Come sono? Ti va di gestire uno spazio su FrancescaV dedicato al cibo di dove vivi tu? Scrivimi in email francescachiocciolafrancescav.com che ne parliamo meglio. Ciao!

Francesca 14/09/2007 14:12

cara Vera, grazie! Ma tu li hai assaggiati? Come sono? Ti va di gestire uno spazio su FrancescaV dedicato al cibo di dove vivi tu? Scrivimi in email francescachiocciolafrancescav.com che ne parliamo meglio. Ciao!

Bric-à-brac 14/09/2007 16:17

Per me sono troppo pelosi per riuscire ad inghiottirli ... Comunque, chi sa ,un giorno in qualche ristorante locale finiranno per caso nel mio piatto ...Grazie per l'invito ma sono troppo disorganizzata per farlo. Adesso ti scrivo.