Africa a Parigi

Publié le par Bric-à -brac

Quasi due settimane di rientro in Europa , un salto a Bruxelles e  poi.... tutta una settimana a Parigi è sempre un piacere ! Rivedere cari amici, andare a teatro, visitare le mostre, sbizzarrirmi con i nuovi sapori di "macarrons" (al coriandolo !), non mancare le pulci (che passione !) e tutto questo con bambini, perciò fatto in modo che anche loro si divertano ...

Mi ha colpito il modo in cui l'Africa era presente ad ogni mio passo a Parigi. Non solo perchè ho visitato il bellissimo musée du Quai Branly dove ho ritrovato tutta l'iconografia che mi è cosi familiare dell'Africa occidentale ... In più c'era li una mostra sui tessuti africani. L'ho divorata letteralmente, catalogo compreso. :-)

Ormai sono diventata una specie di radar che rivela odori africani, sapori africani, sguardi africani ad ogni angolo :
Una "nounou" africana con bambino sulle spalle a spasso, arte africana in una "brocante" all'aperto, rileggere il premio Nobel che scrive sull'Africa, comprare i datteri freschi da un fruttivendolo tunisino e mangiarli nei piattini di metallo africani con il tavolo coperto con la tovaglia africana che viene da "chez moi"...

L'africain di Le Clézio






Publié dans mi piace viaggiare ...

Commenter cet article

grazia 11/10/2010 00:24


Incredibile, abbiamo fatto quasi gli stessi viaggi, riconoscono dalle fotografie la spiaggia del ghana, i bracciali del kenia , il museo di parigi Quai Branly dove lo scorso anno ho presenziato
all'inaugurazione di un libro sui dogon, insomma complimenti sono sorpresa per questa coincidenza, complimenti!!


M.D. 03/11/2008 20:09

Interessante il modo come il tuo sguardo privilegia ogni aspetto del tuo vissuto in Africa.
Mi piace molto leggerti.